APP Web Agency - APP Dipinge
#losapevateche

Le aziende e gli attacchi informatici su mobile

Pubblicato il: 22 maggio 2017

Lo sapevate che le aziende sono impreparate agli attacchi informatici sui dispositivi mobile?

 

Gli attacchi informatici che prendono di mira i dispositivi mobile si moltiplicano a dismisura. È questo è ormai un dato di fatto.

 

In questo contesto, le aziende che rapporto hanno con la sicurezza informatica? Complicato sicuramente, disastroso quasi sempre, sconsiderato il più delle volte e certamente poco protetto!

 

Gli smartphone e i dispositivi mobile in generale sono ormai parte integrante nelle nostre vite, ma, allo stesso tempo, rappresentano l’anello più debole nell’infrastruttura tecnologica della maggior parte delle aziende.

 

Dai dati che emergono dall’indagine “The Growing Threat of Mobile Device Security Breaches” di Dimensional Research, sponsorizzata da Check Point® Software Technologies Ltd, risulta che molte imprese non sono in grado di proteggersi da un eventuale attacco informatico.

 

La ricerca ha visto la partecipazione di un campione di 410 responsabili di sicurezza o frontline e il 94% di questi ha dichiarato che c’è da aspettarsi un significativo aumento nel prossimo anno della frequenza degli attacchi informatici su mobile. Il 20% degli intervistati ha invece dichiarato che la propria azienda ha già subito un attacco informatico ai dispositivi mobili, e un altro 24% non sa dire se i dispositivi dei propri dipendenti fossero stati violati.

 

Tuttavia, quasi due terzi (64%) ha affermato di dubitare che la propria azienda sia in grado di prevenire un attacco informatico su mobile.  

 

Quando si dice fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio!

 

E non hanno tutti i torti, anzi!

 

Visto che solo il 38% delle aziende utilizza una soluzione di sicurezza mobile per proteggere i dispositivi e i dati archiviati in essi dagli attacchi informatici.

 

C’è infatti poco da fidarsi se si prende in considerazione che, del totale degli intervistati:

  • il 58% ha registrato attacchi di malware contro i dispositivi mobile della propria azienda;
  • il 54% exploit di phishing SMS e un altro 54% attacchi di rete WiFi o exploit man-in-the-middle;
  • il 41% ha notizia del furto delle credenziali e keylogging exploit contro gli smartphone.

 

Confrontando la quantità di dati sensibili memorizzata sui dispositivi mobile e la facilità di accesso che offrono alle risorse aziendali con la vulnerabilità delle aziende sotto questi profili, si stima che un attacco informatico su mobile costerebbe all’azienda tanto quanto una violazione da pc, per essere precisi…davvero tanto!

 

Il 37% degli intervistati ha sostenuto che il costo di una violazione di dispositivi mobile per la loro azienda sarebbe superiore ai 100 mila dollari, mentre il 23% ha affermato che costerebbe più di 500 mila dollari.

 

Il che sembra paradossale, se si considera che oltre il 60% degli intervistati ha individuato come causa principale della vulnerabilità delle aziende sui dispositivi mobile la mancanza di risorse (sia di bilancio che di personale).

 

Anche in questo caso, vale il motto: prevenire è meglio che curare!

 

E, in effetti, sembra che qualcosa in questo verso si stia muovendo, dal momento che il 62% delle aziende sta destinando sempre maggiori risorse per le iniziative contro gli attacchi informatici rispetto agli anni precedenti.

Iscriviti alla mia newsletter!

Scaricate la mia company presentation

Seguitemi sui social

A presto,
APP.

APP Web Agency - APP vi saluta